Perchè Digigraphie® e chi è per?

  • Artisti
  • Gallerie
  • Musei

Più libertà e controllo

Sono proprio gli artisti i principali beneficiari di questo nuovo marchio, perché la Digigraphie offre più libertà espressiva e consente anche di controllare la qualità delle stampe Fine Art create e di certificarne la lunga durata.

Più visibilità

Ogni opera Digigraphie è un'edizione da collezione. Ogni stampa a cui viene apposto il timbro a secco Digigraphie è numerata, corredata di certificato di garanzia e firmata dall’artista che l’ha prodotta. 

Lavori che durano nel tempo

Il marchio garantisce l’eccellenza con cui ogni edizione è realizzata in termini di qualità, accuratezza e durata nel tempo.  A seconda dei supporti utilizzati, le stampe create con Digigraphie durano da 60 a oltre 100 anni, quindi più di quelle tradizionali all'alogenuro d'argento.

Un artista a tutto tondo

Digigraphie lascia il posto d'onore all'immaginazione e alla creazione. "Sono autore, compositore e interprete", ama sottolineare Philip Plisson. è un fotografo che non si limita a scattare immagini, ma che produce personalmente le proprie stampe e, per ogni immagine, sceglie il layout preferito. Le possibilità sono illimitate.

Il controllo sulla produzione artistica

Digigraphie è un marchio di eccellenza per il cui utilizzo è richiesta l’attenta osservanza di regole e precisi criteri operativi, in modo da conferire un valore aggiunto alle produzioni fine art grazie all’elevato standard qualitativo certificato dal timbro Digigraphie.
Digigraphie è quindi un marchio di validazione che consente di produrre stampe fine art da collezione certificate in serie limitata che gli appassionati d'arte saranno fieri di possedere. Ogni opera è una stampa fine art esclusiva, poiché ogni edizione a cura dell’artista è numerata, referenziata e firmata. 

La qualità di produzione

Digigraphie garantisce alle edizioni Fine Art una perfetta fedeltà della gamma cromatica e sfumature sia dei colori che del bianco e nero straordinarie.
La qualità delle stampe da collezione si mantiene intatta per generazioni. 

Un impulso rinnovato al patrimonio artistico

Utilizzare Digigraphie significa valorizzare un’opera, grazie all’eccellente qualità della stampa fine art realizzata, che ne esalta il prestigio nel tempo. Gli artisti dispongono di una nuova forma espressiva e di uno strumento per dare vita al proprio patrimonio d’immagini: la tecnica Digigraphie, valida alternativa alle stampe in grande tiratura, conferisce un valore aggiunto all’opera, garantendone la resistenza negli anni.

Una galleria online

Tutti gli artisti italiani e internazionali che hanno scelto il marchio Digigraphie per le loro stampe da collezione possono presentare su questo sito il proprio portfolio di opere certificate in una galleria online permanente.
Sul sito si trovano anche approfondimenti sul marchio Digigraphie, i profili e i contatti degli artisti, i dettagli di ogni edizione certificata.

 

Gallerie piene di vita

Digigraphie offre nuove prospettive anche alle gallerie d’arte. Uno dei vantaggi del marchio Digigraphie è il carattere esclusivo delle stampe fine art prodotte. Ogni stampa da collezione è un’opera originale, numerata e firmata dall’artista, corredata di certificato che ne attesta la qualità.  

Digigraphie Collection

Le gallerie possono così disporre di una gamma di proposte ancora più ampia con un’ulteriore produzione artistica che consente di offrire prestigiose edizioni Digigraphie Collection, in tiratura limitata ai propri clienti abituali e a chi si avvicina per la prima volta al collezionismo.

Musei fieri delle proprie raccolte

Il marchio Digigraphie Collection è un’opportunità di sicuro interesse per musei e archivi storici pubblici e privati, che possono creare edizioni esclusive legate a mostre temporanee o esposizioni permanenti, dando ai visitatori la possibilità di acquistare opere fine art in tiratura limitata di qualità straordinaria.
Un’ottima opportunità per arricchire la propria casa con una prestigiosa stampa da collezione che si conserverà intatta nel tempo. 

Albert Kahn Museum: dai negativi a colori alla Digigraphie Collection

L'Albert Kahn Museum si è convertito alla Digigraphie. è stato uno dei primi musei a produrre ed esporre digigrafie provenienti dalle proprie collezioni.

Il banchiere e umanista francese Albert Kahn sognava un mondo di pace, in cui la reciproca comprensione e il contatto con altre culture avrebbe messo fine all'intolleranza. Dal 1909 al 1931 ha affidato a fotografi di tutto il mondo il compito di scattare immagini a colori per realizzare il suo "Archivio del pianeta": oggi la collezione di 72.000 lastre fotografiche a colori, la più completa al mondo, presenta una "immagine diretta dell'evoluzione". Per condividere e diffondere questa eredità esclusiva, il museo Albert Kahn ha scelto di adottare il digitale e offre digigrafie ai visitatori. La tecnologia Epson dà nuova forza a queste immagini storiche.