Stefano Venturini

Nationality: Italian

Learn more: View the artist's website

Artist Profile

Exhibits:

2008 - mostra personale - "AcquaAlta gocce di Valle d'Aosta"

2009 - mostra collettiva Internazionale - "The Art Of Games"

2015 - Expo in Valle d'Aosta. Le eccellenze del territorio raccontate con i linguaggi della modernità

2018/2019 - La montagna fotografata, la montagna scolpita - Chiesa San Lorenzo - 1 dicembre 2018 / 24 marzo 2019

 

 

Il mio interesse per la Fotografia, e l’instancabile voglia di esplorarne le possibilità espressive, ha origini lontane… deriva da una vocazione innata verso quello che potrei definire “il mondo della luce e dei colori”.
Il mio percorso formativo nell’ambito della comunicazione visiva ha preso avvio nel settore tipografico valdostano, in cui nell’arco di un discreto numero di anni (1989-2000) sono riuscito ad acquisire una buona padronanza delle diverse tecniche, quali l’impaginazione, i procedimenti di stampa offset, ma sopratutto la selezione e la gestione delle immagini.
Successivamente, maturando una crescente consapevolezza delle mie attitudini, ho orientato la mia professionalità verso la Fotografia, prima all’interno del settore tipografico, poi cominciando a esercitare la libera professione e allacciando le prime importanti relazioni con la TAU VISUAL, a seguito di un esame di qualifica professionale.
La passione per la professione mi ha spinto a investire nella formazione, con la partecipazione a una serie di master di specializzazione in Still-life e Moda svolti a Milano, dai quali ho tratto preziose opportunità di confronto e di crescita artistica. Nel 2001 ho finalmente inaugurato il mio studio fotografico Stevephoto avviando interessanti collaborazioni con le maggiori agenzie pubblicitarie e grafiche della Valle d’Aosta. Con il tempo, fortificandosi il mio desiderio di esplorare la realtà d’“oltreconfine”, ho potuto allargare il mio raggio d’azione anche sul territorio nazionale ed estero.

Il sogno di diventare “artista della luce” continua ad accompagnarmi e a trovare riscontro nelle opportunità che mi si presentano giorno dopo giorno.
Scattare una fotografia per me equivale a “scrivere con la luce”. Essa non è solo immagine che si fissa su un materiale sensibile, è testimonianza di un messaggio di luce che sboccia dall’incontro tra l’anima del fotografo e la realtà che si manifesta, più o meno imprevedibile. La luce è naturale, indipendente, casuale, talvolta invece riprodotta come in uno studio, ma allo stesso tempo risponde all’aspirazione intima del fotografo colto nell’attimo di catturare ciò che non può essere dimenticato. Dunque, scattare una fotografia non è guardare nel mirino, o in un display di una macchina digitale, e schiacciare un pulsante. Significa saper osservare le forme della natura, di un viso, di un’opera d’arte, renderle vive ed espressive cogliendo il punto di vista ottimale, cioè quello che scaturisce spontaneamente dalla lettura emozionale del soggetto.
Fotografare è sentire una vibrazione che scorre attraverso gli occhi, è voglia di abbandonarsi nel ricordo che susciterà, è tentativo, esperienza, tecnica, passione… talvolta errore,
talvolta soddisfazione…è cercare una sintonia con i colori e le ombre, forse con sé stessi…

Exhibits:

2008 - mostra personale - "AcquaAlta gocce di Valle d'Aosta"

2009 - mostra collettiva Internazionale - "The Art Of Games"

2015 - Expo in Valle d'Aosta. Le eccellenze del territorio raccontate con i linguaggi della modernità

 2018/2019 - La montagna fotografata, la montagna scolpita - Chiesa San Lorenzo - 1 dicembre 2018 / 24 marzo 2019

He lives and works in Aosta.A fan of visual communication and the world oflight and colour, he began his work experience inthe typographic sector by developing the sensitivity ofpictures and by acquiring expertise in typographictechniques and image processing.He has worked freelance since 1998 and is a member of Tau Visual.He collaborates with editors, publishing agencies andnational and local newspapers. His work has been publishedin Italy and abroad. Passionate about visual communication and in the world of light and colors since a child, I began my journey by working in the printing sector.In that field, after many years, I developed my sensibility comparing images and I acquired a command of the techniques of printing, page proofing,the procedures of offset printing, but above all, the selection and the management of images. Given my growing passion for the world of photography, the company where I was working gave me the opportunity between 1995 and 1997 to become their in-house photographer.In 1998, I opened a “partita iva” and I began to train also as a free professional, and afterwards, in the end of 2000, I licensed myself in order to dedicate myself entirely to photography.Adhering to the Tau Visual as an effective member , I followed by a professional qualifying. The passion for this profession urged me to invest in the formation , with the attendance of a series of master courses specializing in Still Life and Fashion which were given in Milan. From which I gained much and also the precious opportunity to compare and grow professionally and artistically. The dream of becoming “the artist of light” became more concrete, day by day